Col Pam Pam i bambini apprendono il vocabolario della musica

“Col Pam Pam i bambini imparano il vocabolario della musica”

Non ci sono strumenti, non ci sono giochi o oggetti, c’è solo la musica cantata,  la voce “che è il mezzo più diretto per creare una relazione”. Ai genitori che pensano di avvicinarsi a un corso di Pam Pam diciamo di arrivare preparati perché magari la prima lezione potrebbe disorientare e sconvolgere le aspettative. Per un corso innovativo come questo è l’approccio ad essere totalmente diverso e di conseguenza deve esserlo pure quello di mamma e papà.

Che cos’è Pam Pam?

Pam Pam – spiega Raffaella Szamcko, insegnante di violino e una delle tre educatrici in Sicilia associate all’Audiation institute (tiene i corsi a Catania, la collega Enrica Duò nei paesi etnei) – è un corso basato sulla Music learning theory di Edwin Gordon, una delle più moderne teorie dell’apprendimento musicale che si poggia sugli studi di Gordon che ha trascorso 40 anni ad osservare il modo in cui i bambini apprendono. Il presupposto fondamentale è che la musica può essere appresa secondo gli stessi meccanismi di apprendimento della lingua materna. L’obiettivo è quindi quello di sviluppare l’audiation che rappresenta nella musica ciò che il pensiero per il linguaggio: così come il pensiero è la capacità di formulare concetti espressi attraverso il linguaggio o la scrittura così l’audiation precede il canto o il suono di uno strumento”.

A che età iniziare un corso Pam Pam?

“È bene cominciare sin dalla nascita – sottolinea l’insegnante, pioniera della Music Learning Theory (MLT) in Sicilia – perché è questo il momento in cui, per Gordon, il potenziale è al massimo per poi diminuire gradualmente man mano che ci si avvicina a 9 anni. Secondo Gordon l’attitudine musicale è innata in ogni individuo, si sviluppa nei primi anni di vita a contatto con l’ambiente musicale in cui si vive. Si pensa che la musica sia solo per chi è dotato o per chi ha l’impegno di studiare, invece è qualcosa che si può sviluppare come avviene per il linguaggio. E in questo senso i bambini più piccoli sono avvantaggiati”.

Come si sviluppa una lezione di Pam Pam?

Una lezione di Pam Pam è fatta di canzoni e canti ritmici: l’uso della voce e del corpo in movimento attiva i processi di audiation. “Non si utilizzano strumenti perché, come per il linguaggio, quando il bambino inizia a parlare non gli si dà la penna, non ci sono oggetti e giochi perché altrimenti la musica rischia di essere un sottofondo. A volte i bambini rispondono o creano un contatto, l’approccio cambia in base alla fascia d’età ma l’importante è evitare forzature perché possono essere controproducente”. Il corso fornisce al bambino il vocabolario che gli permetterà di apprezzare la musica, qualunque tipo di musica a 360 gradi.

Dove trovare i corsi Pam Pam a Catania?

Nel momento in cui scriviamo l’articolo sono attivi corsi di Pam Pam al teatro Machiavelli, in piazza Università, il lunedì pomeriggio, al Cafè Bebè in via Messina il martedì e giovedì e al Trenino dei desideri di via Coviello il venerdì.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[mc4wp_form id="499"]