Per un weekend sull'Etna in famiglia scegliete di alloggiare in uno chalet

Weekend sull’Etna in famiglia: uno chalet, un bosco e due volpi

Non serve andare lontano per sentirsi in vacanza e già un weekend sull’Etna, a due passi da casa, può riservare grandi emozioni. La Sicilia offre innumerevoli spunti per trascorrere dei giorni di vacanza in famiglia e, specie se viviamo ai piedi della grande signora Etna. Per queste giornate invernali vi voglio ispirare raccontandovi del nostro week-end sull’Etna in famiglia, piccolo budget ma grandi emozioni! Non lasciatevi scoraggiare dall’inverno, con il giusto abbigliamento è possibile trascorrere delle ore all’aria aperta senza patire il freddo. Per l’abbigliamento termico, da Decathlon potrete trovare vari articoli con un budget sostenuto.

Weeekend sull’Etna in famiglia, cominciamo dallo chalet

Abbiamo prenotato uno chalet sulle pedici dell’Etna, a Milo sul sito Chalet Milo. Belli ed accoglienti chalet situati all’interno di un suggestivo bosco del Parco dell’Etna. La struttura offre 8 differenti tipologie di chalet, tutti dotati di ogni confort (cucina, riscaldamento, bagno con doccia, lenzuola e coperte fornite). Per i più piccolini non sono previsti seggioloni e fasciatoi, tuttavia c’è la possibilità di chiedere il lettino da campeggio.
La sera del nostro arrivo abbiamo preparato qualcosa da mangiare e abbiamo lasciato gli avanzi fuori dalla porta poiché sapevamo che delle volpi erano solite fare visita per cercare di racimolare qualcosa da mangiare. Abbiamo aspettato un po’ con la speranza di vedere la volpe ma purtroppo non è arrivata. Il mattino seguente il piatto era vuoto: la volpe era passata!
Il giorno seguente dopo la colazione abbiamo deciso di fare una passeggiata fino a Piano Provenzana, con la speranza di trovare un po’ di neve. A febbraio, non ho mai sentito così caldo in montagna, eravamo super equipaggiati ma alla fine ci siamo ritrovati senza giubbotto e cappello! Un po’ di neve c’era, giusto quella che bastava per fare un pupazzo di neve e lanciare le palle di neve al papà. Per il pranzo consiglio il ristorante Monte Conca, situato a 1880 metri sul livello del mare in prossimità delle piste da sci del versante nord dell’Etna. Durante la stagione sciistica è possibile noleggiare slittini anche per i più piccini, all’interno del rifugio servono cioccolata calda, tisane e torte fatte in casa.
Il pomeriggio lo abbiamo trascorso allo chalet, cercando la nostra amica volpe. Abbiamo inventato mille storie su questa misteriosa creatura che veniva a mangiare i nostri avanzi. Presso la struttura c’è anche un bel parco giochi che ci ha permesso di far passare ai bambini un bel pomeriggio all’aria aperta.
La sera dopo cena abbiamo lasciato i nostri avanzi per la nostra amica con la speranza di poterla vedere.
Al mattino il piatto era vuoto ma della volpe nemmeno l’ombra!

Cosa fare in un weekend sull’Etna in famiglia

A Milo c’è un bellissimo parco avventura, il Parco avventura Etna (ne abbiamo parlato anche qui), il più grande parco avventura del Sud Italia grazie a ben 15 percorsi ed a 115 atelier (giochi da albero ad albero).
Per i bambini esistono due tipi di percorsi: il percorso baby, età compresa tra i 2 e i 5 anni, statura minore 1,10 e il percorso bambini, età compresa tra i 4 e i 9 anni, statura maggiore 1,10.
In inverno il parco non è sempre aperto, quindi è bene sempre telefonare in anticipo. In genere è aperto alcuni giorni durante le festività natalizie. Prenotando è possibile anche prendere una postazione barbecue al costo di 5 euro.
Oppure si può optare per una passeggiata a cavallo nel bosco. Presso il rifugio Ragabo, potrete trovare un piccolo maneggio, al costo di 5 euro i bambini possono fare una passeggiata a cavallo all’interno del bosco, seguiti dai genitori e dall’istruttore. È un’esperienza bellissima perché i bambini possono osservare le meraviglie ed i segreti del bosco da un’altra prospettiva!
Finalmente le volpi
Rientrando allo chalet, lungo la strada siamo stati colti da una stupenda sorpresa: due volpi stavano mangiando un pollo arrosto e delle patatine fritte che due signori prima di noi gli avevano lasciato. Immaginate lo stupore dei bambini nel vedere le nostre amiche, sulle quali abbiamo fantasticato durante tutto il nostro week-end!

Chiara Falsaperla*

  • mamma di Leonardo e Riccardo, appassionata di viaggi, lingue e culture straniere. Ha lavorato per più di 10 anni nel settore del turismo ricoprendo vari ruoli: dall’assistente turistica alla receptionist, ha gestito un’agenzia di viaggi e lavorato come assistente di volo

 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[mc4wp_form id="499"]