illustrazione completa Squonk

Squonk, al Teatro Coppola un “mostro” di rassegna

“Squonk”, molto simile ad un’onomatopea o a al nome di un mostro che con tutta probabilità si aggira inosservato tra le strade di Catania. La parola rimanda alla natura caotica e scompigliata che caratterizza la rassegna di spettacoli e laboratori dedicata all’infanzia che parte il 14 gennaio al Teatro Coppola.

Retro pieghevole Squonk imm

L’intero programma propone al pubblico dei più piccoli appuntamenti molto differenti fra loro per contenuti e pratiche di lavoro, destinati ad abbracciare linguaggi artistici e percorsi creativi eterogenei. Con cadenza mensile, nell’arco di cinque mesi i più piccoli potranno confrontarsi con la danza, il teatro di figura, il cinema e l’arte figurativa attraverso varie esperienze soprattutto di tipo laboratoriale. Per info scrivere a teatrocoppola.teatrodeibambini@gmail.com o telefonare al 3495326504

 

Queste le date
14 gennaio Due cuori e una sinapsi
25 febbraio Alessandro e il topo meccanico
18 marzo teatro in danza
31 marzo La freccia azzurra
15 aprile Le avventure di Peppe Nappa
4-5-6 maggio Frullato di mondo

Prenderanno parte alla programmazione realtà quali il collettivo catanese Città Sommerse Teatro insieme all’illustratore Angelo Licciardello, con un laboratorio di improvvisazione e storytelling; l’associazione culturale Teatro Manomagia, da anni impegnato nella promozione del teatro di figura e del racconto animato; due danzaterapeute, Francesca Bella e Dania Lentini, con un lavoro sull’espressività corporea e del movimento, attraverso l’impiego del metodo Maria Fux. Uno speciale appuntamento sarà poi dedicato alla visione di corti d’animazione internazionali e del lungometraggio “La freccia azzurra”, prezioso capolavoro del cinema d’animazione italiano del regista napoletano Enzo D’Alò, ispirato all’omonimo racconto di Gianni Rodari.

Ad aprire questo variegato coacervo di strampalati eventi, sarà lo spettacolo dal titolo “Due cuori e una sinapsi” fissato per domenica 14 gennaio alle ore 17.00, degli Sbadaclown, Andrea Arena e Maria Elena Rubbino, duo di clown catanesi che, con un ritmo incalzante ed irriverente, alterneranno sulla scena l’acrobatica, la giocoleria, l’equilibrismo e lo slapstick.

In linea con le politiche del Teatro Coppola, affinché occasioni come queste siano alla portata di tutti, l’ingresso agli spettacoli prevede una sottoscrizione libera e volontaria, mentre la partecipazione ai singoli laboratori una piccola quota (5 euro) di iscrizione per sostenere le spese necessarie. Lo spirito che contraddistingue la realizzazione di questa rassegna risiede nella volontà di offrire anche al pubblico dei più piccoli l’opportunità di abitare un luogo della città, anomalo e fuori dall’ordinario qual è un teatro occupato, creandovi al suo interno prima di tutto legami e relazioni a misura di bambino.

 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[mc4wp_form id="499"]