Fabrizio Villa è uno dei primi esperti di birth photography in Italia

Birth photography, un fotografo in sala parto

C’è un momento della nostra vita di cui spesso non conserviamo immagini ma solo sensazioni anche se è sicuramente il più importante della nostra esistenza, come figli prima ancora che come genitori. Magari avete foto della mamma col pancione qualche ora prima di partorire, probabilmente avrete visto qualche immagine dentro la pancia grazie all’ecografia, sicuramente ne avrete molte di quando siete appena venuti alla luce, ma probabilmente ne avrete poche o nessuna di ciò che accade in sala parto e in quel fatidico momento in cui si inspira per la prima volta. E se siete così fortunati da averne qualcuna di quel momento lì, il più delle volte sono istantanee non di altissima qualità artistica seppure di inestimabile valore affettivo.

E se invece il parto, i primi momenti di vita in assoluto del bambino fossero celebrati per quel che sono, vale a dire un evento straordinario? Se questo è il vostro desiderio e il vostro regalo per il bimbo che sarà potete rivolgervi a un esperto di birth photography  come dicono negli Stati Uniti dove questa specializzazione è molto richiesta.

La birth photography di Fabrizio Villa

Fabrizio Villa è uno dei primi esperti di birth photography in Italia

Fabrizio Villa è un fotografo catanese con la f maiuscola, autore di una rubrica dedicata alla fotografia sulla Lettura, il magazine del Corriere della sera, ma soprattutto un fotoreporter che ha speso la sua vita professionale a immortalare alcuni dei fatti più drammatici della nostra attualità, dalle guerre nel mondo ai recenti sbarchi di immigrati sulle coste siciliane. Il suo obiettivo è abituato a scavare nei volti e nelle storie, a cogliere il pathos che si sottende alle apparenze e  a tradurre le sensazioni in immagini di straordinario impatto emotivo.

E proprio dalla sua esperienza come testimone di fatti estremamente dolorosi nasce l’intenzione di dedicare parte della sua attività anche alla celebrazione della vita nella sua essenza più pura: il momento del parto. Ecco così che tra le specializzazioni affiora la birth photography, i reportage di nascita, di cui è attualmente uno dei pochi esponenti in Italia – forse l’unico in Sicilia – attraverso il sito Fotonascita. E visto che per la birth photography non basta un fotografo qualunque, i suoi trascorsi da fotoreporter, con la capacità di assistere all’evento che si dischiude sotto i propri occhi e di cogliere il momento che contraddistingue questa professione, fanno di certo la differenza.

La birth photography da noi

“In Italia c’è ancora un po’ di diffidenza nei confronti della figura del fotografo in sala parto mentre altrove nel mondo questa testimonianza fotografica è considerata molto importante sia per i genitori che per il bambino – ci spiega Fabrizio Villa che è anche membro di Birth Photographers, l’associazione internazionale che riunisce i professionisti della fotonascita – Chi chiede la presenza di un fotografo in sala parto è preparato, sa già che non funziona come in una cerimonia, non bisogna mettersi in posa: sono foto che ritraggono un evento naturale in cui nulla può essere strutturato”.

E il pudore dei genitori, il bisogno di intimità ha mai creato problemi? “La mia presenza in sala parto è molto discreta – precisa – non si accorge nessuno di me anche perché non uso né flash né attrezzature particolari. Di certo per questo tipo di fotografia occorre che con i genitori si sia creato un rapporto consolidato che precede il momento del parto e non potrebbe essere altrimenti”. Il meglio arriva dopo. “È meraviglioso – sottolinea il fotoreporter – quando una mamma e un papà ringraziano per l’emozione che continuano a suscitare le foto”.

Clelia Coppone

 

admin

One Response to “Birth photography, un fotografo in sala parto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[mc4wp_form id="499"]