La magnifica avventura dei viaggi con bambini

Viaggi con bambini, 10 consigli utili

I viaggi con bambini sono molto differenti dai viaggi in coppia, soli o tra amici, ma possono essere anche molto più interessante e divertente. I bambini non devono rappresentare un freno alla vostra voglia di viaggiare e scoprire il mondo, piuttosto vedetela come un’opportunità di crescita e scoperta per la famiglia .

Basterà una buona organizzazione affinché il vostro viaggio non si trasformi in un incubo.

Ecco 10 consigli pratici che ho personalmente sperimentato che renderà più semplice e divertente i vostri viaggi con bambini.

DESTINAZIONE

Scegliete una meta a misura di bambino. Informatevi sulle condizioni igienico sanitarie del posto.  Io consulto sempre Viaggiare Sicuri, il sito della Farnesina, dove si trovano informazioni sanitare e di sicurezza generale dei luoghi che vorrei visitare.

 

  1. PIANIFICARE

Quando dovete organizzare il vostro viaggio, che sia un fai da te o con agenzia, pianificate tutto!

Orari, spostamenti, tempi di percorrenza- io mi affido sempre a google maps– se avete tempo, scrivete il vostro itinerario senza diventare troppo maniacali! Gli imprevisti possono accadere, l’importante è superarli con calma e serenità.

 

  1. VIAGGI IN AEREO

Nella scelta della compagnia aerea, oltre al prezzo, tenete conto del servizio offerto per le famiglie con bambini, soprattutto se le ore di volo sono tante. Alcune compagnie, come Emirates o Ethiad, forniscono giochi per i più piccini, menù personalizzati, copertine. Ethiad ha una figura chiamata Nanny, che si occupa principalmente del benessere delle famiglie con bambini.

Nel vostro bagaglio a mano mettete tutto quello che potrà servirvi durante il volo: giochi, fogli e pennarelli, album stickers, tablet con i loro cartoni animati preferiti e qualche cartone che non hanno mai visto.  Una copertina, piccolo kit farmacia, io metto sempre spay e aspiratore nasale. Piccolo trucco, se potete acquistate dei giochini o libri nuovi, la novità li distrarrà per un po’.

Scegliete, nella misura del possibile, voli diretti o con il minor numero di scali. Io ad esempio per le lunghe tratte scelgo sempre voli notturni.

 

  1. QUALE POSTO SCELGLIERE IN AEREO

Alcune compagnie non danno la possibilità di scegliere il posto a sedere, in genere quando si viaggia con i bambini si assegnano i posti dove ci sono  maschere per l’ossigeno supplementari. Potete sempre e comunque chiedere un posto comodo ( tentar non nuoce). Sedendovi dietro, forse, disturberete di meno, alzarvi con più libertà ed avere i bagni e la cucina vicini, sappiate però che gli schienali dietro non sono tutti reclinabili. Vanno bene anche i posti nella parte anteriore dell’aereo, magari davanti la paratia, in genere sono un po’ più ampi, se portate una copertina i bambini possono mettersi a giocare anche per terra. Per i neonati c’è la possibilità di chiedere il baby bassinet, una culletta che viene attaccata alla paratia.

 

  1. VIAGGI IN AUTO

Portate tutto ciò che può servirvi, così come in aereo, giochi, album, stickers, tablet, cibo, acqua.

Se potete scegliere l’orario di partenza,  fatelo coincidere con l’ora della nanna, dopo pranzo ad esempio. I bambini potranno dormire e voi rilassarvi un po’. Calcolate bene le vostre tappe e prevedete degli stop in autogrill, i bambini dopo un po’ hanno bisogno di muoversi.

Se noleggiate un’auto vi consiglio di portare con voi il vostro seggiolino auto ( il trasporto in aereo è gratuito) per evitare di farvi spennare dalle agenzie di autonoleggio, spesso i costi del noleggio del seggiolino superano quelli della tariffa della sola auto!

 

  1. ALLOGGIO

Valutate in base alle vostre abitudini se conviene prenotare un hotel o un appartamento.

Per esperienza personale ho sempre preferito la formula appartamento o residence per le seguenti ragioni:

  • Assoluta libertà per gli orari dei pasti
  • I miei figli al ristorante non stanno fermi nemmeno 5 minuti, quindi per la mia salute mentale, preferisco mangiare in un ambiente dove sono posso essere liberi di muoversi.

Quando prenotate la camera o l’appartamento assicuratevi che gli spazi siano abbastanza grandi perché nei giorni di pioggia e brutto tempo potreste passarci del tempo, quindi meglio spazi ampi.

Se c’è uno spazio esterno, giardino, campagna ancora meglio, nei momenti di relax i bambini avranno sempre una possibilità di evasione.

I siti di riferimento per prenotare una casa vacanze o appartamento sono: Airbnb- Homelidays- Wimdu

Per gli hotel consultate Booking.com, ma date sempre una controllatina al sito ufficiale della struttura potrebbero fare promozioni che non sono menzionate su Booking.

  1. ESCURSIONI

Verificate il percorso da fare, se i vostri bimbi sono molto piccoli avranno bisogno di maggiori comodità. Conviene fascia/marsupio o passeggino? Questo potete calcolarlo voi in base alle vostre esigenze e abitudini. In genere io ho sempre optato per entrambi. Avendo due bambini piccoli il passeggino può essere un buon alleato in alcuni momenti e di intralcio per altri. Ma li porto sempre entrambi, per le lunghe passeggiate soprattutto quando si hanno zaini, borse ecc il passeggino è indispensabile per me. Per sentieri naturalistici fascia tutta la vita.

Prediligete attività ludiche e naturalistiche, i bambini lo preferiranno al posto di dover visitare musei o chiese per l’intera giornata.

 

  1. FARMACI DA VIAGGIO

E opportuno portare con sé sempre un piccolo kit farmacia nel quale mettere: termometro, cerotti e disinfettanti, paracetamolo per la febbre, fermenti lattici, soluzioni reidratanti orali, antibiotici e una soluzione fisiologica. Non dimenticare mai creme solari ad alta protezione, cappellino e occhiali da sole, una pomata per eventuali scottature, spray anti zanzare e post puntura.

 

  1. PAROLA D’ORDINE: RELAX

Quando dico relax non pensate a voi sdraiati su una spiaggia dorata con un cocktail in mano! Dimenticate questo cliché, perché con i bambini è quasi impossibile. Se partite con questa aspettativa probabilmente rimarrete delusi. Relax and take it easy. Godetevi ogni momento, anche quello apparentemente più insignificante. Quando noi viaggiamo, che sia una gita fuori porta o un viaggio più lungo, cerchiamo di vivere le piccole cose, osserviamo un albero che non avevamo mai visto, un animale nel bosco, delle strane conchiglie. Non abbiate fretta, passeggiate e lasciatevi guidare dai vostri figli.

 

  1. CIBO

Questa è una questione abbastanza delicata, spesso motivo di ansia per noi mamme: Cosa mangeranno i nostri bambini? Troverò gli alimenti giusti per loro? Bene, non voglio entrare in merito all’educazione alimentare di ogni famiglia. Io non mi sono mai preoccupata molto poiché i miei figli hanno sempre assaggiato tutto, mangiando le stesse cose che mangiavamo noi. Se non siete di questa filosofia di pensiero basterà organizzarvi mettendo in valigia vasetti di omogeneizzati, un thermos, e ogni tipo di alimento facilmente trasportabile.

Alcuni hotel o villaggi offrono il servizio di “biberoneria” dove troverete tutto quello che vi serve per riscaldare il latte, cucinare pappe ecc.

 

  1. RACCONTATE STORIE

Prima di ogni viaggio spiego sempre ai miei figli dove andremo e cosa faremo, li preparo facendo vedere loro delle foto, dei video, raccontando loro delle storie. Questo stimola la loro curiosità e una volta sul posto saranno molto più interessati a scoprire ciò che c’è da vedere.

Dopotutto il viaggio è un’avventura!

 

 

 

 

 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[mc4wp_form id="499"]